Bitetto, minorenne minaccia la madre per ottenere i soldi per la droga: intervengono i carabinieri

Da mesi il giovane, da poco entrato nel tunnel della droga, era diventato sempre più aggressivo nei confronti di sua madre tanto da minacciarla con un coltello da cucina

Minacciata da suo figlio minorenne, a tal punto da chiedere aiuto alle forze dell’ordine. Sono stati i carabinieri a intervenire a Bitetto, dove una donna, una mamma di 43 anni, stava subendo vessazioni da uno dei suoi figli, il più piccolo, che da poco sarebbe entrato nel tunnel della droga.
Il giovane avrebbe ricevuto da sua madre un “no” alla richiesta di denaro, l’ennesima, che probabilmente gli serviva per acquistare lo stupefacente e allora ha perso la testa. Ha cominciato a strattonare e minacciare la donna, facendola cadere per terra. Poi le urla e la chiamata al 112. Una telefonata che ha fomentato la rabbia del ragazzo , il quale a quel punto ha preso un coltello da cucina e ha continuato a minacciare la madre intimandole di riagganciare. Solo l’intervento del fratello maggiore ha impedito che potesse accadere il peggio. È intervenuto per immobilizzare il giovane che continuava a brandire il coltello, permettendo così alla madre di sottrarglielo dalle mani. Il ragazzo più giovane a quel punto è fuggito di casa. Al loro arrivo i militari hanno soccorso la 43enne richiedendo l’intervento del 118. La donna è illesa, ma sotto shock. È stata lei stessa a denunciare il figlio per l’accaduto, raccontando ai carabinieri l’episodio di aggressione e consegnando loro il coltello utilizzato dal ragazzo per intimorirla. Erano mesi che i comportamenti del giovane erano diventati via via più violenti, sempre con l’obiettivo di ottenere dalla madre soldi per acquistare la droga. Sulla vicenda indaga la Procura dei minori.