Tragedia di Modugno, la Procura di Bari indaga sulla dinamica dell’incidente

Le indagini della Procura di Bari  dovranno chiarire chi aveva al momento dell’incidente la responsabilità di vigilare sul bambino di 18 mesi morto ieri sera alla periferia di Modugno, in provincia di Bari, travolto per errore dall’auto guidata dal padre durante una manovra in retromarcia. L’inchiesta, coordinata dal pm di turno Lanfranco Marazia, è stata aperta per il momento come atto dovuto con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Dopo l’ispezione esterna del corpo del bambino, da parte del medico legale del Policlinico di Bari Antonio De Donno, il pm ha ritenuto di non disporre l’autopsia sulle cause della morte, sicuramente provocata quasi sul colpo dall’impatto con l’auto. L’incidente è avvenuto nell’area parcheggio del ristorante cinese gestito dai genitori del
bambino deceduto, che vivono al primo piano della stessa struttura, sulla Strada Provinciale 1 tra di Modugno. Quello che gli accertamenti, affidati ai carabinieri, dovranno ricostruire è la dinamica dell’incidente e, soprattutto, capire perché in quel momento, intorno alle 20, il bambino era solo in quell’area parcheggio che è anche il piazzale antistante la loro casa, se c’erano altre persone, familiari o testimoni. Tutti aspetti non ancora del tutto chiariti dal racconto dei genitori, sotto choc dopo il fatto. Le risposte potranno arrivare dalle immagini delle telecamere di
video-sorveglianza della zona, già acquisite dagli investigatori.