Droga, marijuana da Albania a Italia; scoperta organizzazione dedita a spaccio: 14 rinvii a giudizio

L’operazione “Nuovi orizzonti” è stata coordinata dalla Dda di Lecce

Giungeva dall’Albania la marijuana poi distribuita in diverse parti d’Italia attraverso un’organizzazione, attrezzata di uomini e mezzi. La Direzione investigativa antimafia, con il coordinamento della Dda di Lecce, ha concluso un’articolata attività investigativa che ha portato al rinvio a giudizio di 14 persone. L’operazione, denominata “Nuovi orizzonti” e avviata nel 2015, ha permesso di sgominare un’associazione per delinquere italo-albanese finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’organizzazione, con l’utilizzo di potenti imbarcazioni, importava ingenti quantitativi di marijuana dall’Albania, per poi distribuirla in diverse piazze italiane, in particolare in Trentino Alto Adige, Lazio e Campania. Nel corso dell’attività investigativa sono stati sottoposti a sequestro circa 50 kg di sostanza stupefacente e, in due distinte circostanze, sono state state arrestate due persone. Nell’ambito della stessa operazione, inoltre, a seguito di proposta di misura di prevenzione a firma del direttore della Dia nei confronti del principale indagato, è stato eseguito il sequestro e successivamente la confisca di due ville situate a Lecce, di due motoveicoli e di rapporti finanziari intestati a lui e a suoi parenti, per un valore complessivo di circa 900 mila euro.