Trent’anni fa lo sbarco di 27mila albanesi a Brindisi, Il primo ministro dell’Albania accolto a Bari

E’  atterrato a Bari il Primo ministro dell’Albania, Edi Rama. In occasione del trentennale degli sbarchi in Regione del 1991, il 7 marzo a Brindisi, quando decine di navi trasportarono 27mila albanesi, provenienti dall’altra sponda dell’Adriatico, si terrà nel tardo pomeriggio la riunione straordinaria del Consiglio regionale pugliese per ricordare l’emigrazione albanese in Puglia.

Ad accogliere Rama, il Ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio, il presidente della Regione Puglia,  Michele Emiliano, la presidente del Consiglio della Regione Puglia, Loredana Capone, Il viceministro, Teresa Bellanova e i sottosegretari Assuntela Messina, Anna Macina, Rosario Sasso, Ivan Scalfarotto e Francesco Paolo Sisto.

Emiliano: “Conserviamo gelosamente amicizia tra Puglia e Albania”.

Di Maio: “Per molti albanesi l’ Italia significava una vita migliore. Sono qui per ricordare questo bellissimo rapporto . Il ruolo dell italia in Albania è centrale. L ‘Italia è il primo partner dell’Albania”.

Rama: “Sono commosso da quest’accoglienza. Mi trovo tra i due più bravi albanesi tra gli italiani. Grazie per quello che i pugliesi hanno fatto. Non ha vinto l’odio, ma lo spirito di solidarietà. Vorrei ricordare la vicinanza dell’Italia quando siamo stati vittime di un terribile terremoto. Mezzo milione di albanesi contribuiscono all’economia italiana, sono migliaia i giovani albanesi che studiano in Italia. Tutto questo è diventato possibile solo grazie alla disponibilità dell’ italia”.