Mattinata (Fg). Choc in una scuola materna. Interdetta maestra, strattonava e minacciava i bimbi: “Ti do due schiaffoni”

Interdetta per almeno 12 mesi dalla sua professione, quella di maestra. Accade a Mattinata, nel foggiano, dove un’insegnante della scuola materna Giorgi, insultata i suoi bambini, minacciandoli e strattonandoli.

I fatti, accertati dai carabinieri della stazione locale, hanno portato alla notifica nei confronti della maestra alla quale è stata disposta la misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare la sua professione di insegnante e di educatore socio pedagogico, per 12 mesi.
La donna, di 47 anni, è ritenuta responsabile di aver maltrattato diversi minori, di età compresa tra i 2 e 5 anni, che frequentavano la scuola materna a lei affidati.
La vicenda viene alla luce alla fine del 2018, quando il dirigente scolastico ha raccontato ai militari dell’Arma di aver ricevuto delle segnalazioni da parte di alcuni genitori allarmati dalle confidenze e dal comportamento dei propri loro figli che frequentavano la scuola materna ‘Giorgi’.
In particolare, alcuni genitori avevano riferito alla dirigente che i loro bambini spesso presentavano dei lividi sul corpo.
Da lì sono scattate le indagini dei carabinieri, che grazie alle intercettazioni ambientali audio-video, hanno documentato, senza dubbio alcuno, che la maestra aggrediva sistematicamente i bambini, offendendoli e strattonandoli, rivolgendosi a loro in modo minaccioso e incontrollato.
Nel rimproverarli, l’insegnate, più volte si è lasciata andare ad altre pesanti volgarità. Il tutto spesso accompagnato da strattoni, spinte, schiaffi, calci e lancio di oggetti.