Aumento costante dei contagi ma la Basilicata dovrebbe restare in zona gialla

 

Il 19 febbraio la decisione del Ministero della Salute , ma la Basilicata dovrebbe restare zona gialla. Nonostante l’aumento costante dei contagi, la pressione ospedaliera continua ad essere ben al di sotto della soglia d’allerta, sia per le terapie intensive sia per la cosiddetta aria non critica. Secondo la Fondazione Gimbe nella settimana dal 10 al 16 febbraio, in relazione ai casi attualmente positivi per 100 mila abitanti, il dato della Basilicata è 625, l’incremento dei casi è al 4,2 per cento e la persone testate per 100 mila abitanti sono 602. Nelle ultime ore sono stati analizzati 1.262 tamponi molecolari: 113 sono risultati positivi al coronavirus e di questi 109 appartengono a residenti in regione. Nelle ultime 24 ore non sono stati registrati decessi, con il totale delle vittime lucane fermo a 347. Sono 79 (come ieri) le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali sei (una in meno di ieri) in terapia intensiva, quattro al San Carlo di Potenza e due al Madonna delle Grazie di Matera. Con 88 guarigioni registrate nelle ultime 24 ore, il numero dei lucani attualmente positivi è di 3.253 . Per quanto riguarda la campagna vaccinale, va sottolineato che è aumentato il numero delle dosi consegnate alla Basilicata: ora sono 38.205, di queste finora ne sono state somministrate 27.099 (il 70,9 per cento). Lunedì da calendario si comincia a Matera e Policoro con gli over 80.