Modugno, droga online dalla Spagna all’Italia

 

Pusher ai tempi del covid. Anche la droga ormai viaggia in rete e gli affari si fanno in via telematica. Le limitazioni imposte a causa del Covid19, hanno ridimensionato la vita sociale, facendo cambiare le abitudini di vita dei giovani che si trovano sempre meno nei luoghi di aggregazione.

Questo però non ha fermato il mercato illecito degli stupefacenti, che ha trovato altre strade per lo smercio della droga, adeguandosi all’emergenza pandemica. E tra queste c’è la criminalità dell’e-commerce.

Per questo gli uomini dei carabinieri di Modugno hanno deciso di verificare un pacco sospetto, allertati anche dal forte odore che emanava. La verifica del contenuto ha permesso di trovare una busta sigillata contenente 23 grammi di marijuana e 10 grammi di hashish.

Il pacco, partito dall’estero, era quasi arrivato a destinazione, ma il tratto finale dall’hub di stoccaggio all’appartamento dell’acquirente non è mai avvenuto. Accertato che l’indirizzo del destinatario fosse reale, al posto del corriere, a citofonare a casa dell’acquirente, un giovane del luogo, si sono presentati i Carabinieri.

Il giovane alla vista dei militari ha ammesso di aver acquistato un pacco on-line, che avrebbe dovuto contenere sostanza stupefacente, riferendo inoltre di essere ancora in attesa di un’altra spedizione. Inoltre il ragazzo ha consegnato spontaneamente altre 2 bustine di droga già in suo possesso.

Il secondo plico, intercettato dai militari, conteneva altri 25 grammi di marijuana.

Tutta la droga trovata è stata sequestrata. Il giovane del luogo, è stato accusato e quindi dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.