Taranto, chiedeva alla madre anziana i soldi per la droga: 55enne arrestato per maltrattamenti

 

Gli era bastato uscire dal carcere per far tornare il clima di terrore nella sua stessa casa. Un 55enne di Taranto, con precedenti penali e tossicodipendente è stato arrestato dalla polizia per maltrattamenti in famiglia. È stata sua sorella a telefonare il 113 invocando aiuto, esasperata dai comportamenti dell’uomo. Troppo, sua madre aveva dovuto sopportare, da quando il 55enne era tornato in libertà dopo un periodo di detenzione. Da allora aveva iniziato a chiederle con insistenza e con violenze fisiche e verbali somme di denaro. Soldi che gli servivano per comprare la droga. Una dipendenza ingestibile che, secondo i racconti della donna, rendeva il 55enne irascibile, soprattutto quando in preda alle crisi di astinenza. Così l’uomo sarebbe diventato sempre più aggressivo col passare del tempo, in particolar modo quando la madre gli negava il denaro. Ecco perché l’anziana, impaurita dalle continue minacce e dai soprusi del figlio, si era ultimamente rifugiata in casa delle altre figlie. Dopo aver ricevuto la telefonata di una di loro, gli agenti sono accorsi sul posto, notando a poca distanza l’uomo mentre cercava in tutti i modi di impedire alle due donne, sua madre e sua sorella, di avvicinarsi. È stato così bloccato e portato in questura. Madre e figlia hanno ricostruito l’accaduto davanti agli agenti, denunciando i vari e ripetuti episodi di maltrattamento. Il 55enne è stato arrestato.