Bari San Girolamo. I Carabinieri sequestrano un’officina abusiva dove si smontavano veicoli rubati

Scoperta alla periferia di Bari, nel quartiere San Girolamo, un’officina abusiva. Si smontavano e vendevano pezzi di auto rubate

Montava e vendeva pezzi di auto rubate. Tutto all’interno di un capanno alla periferia di Bari, a San Girolamo.
Viene fermato così un uomo di 52 anni, accusato di ricettazione. I carabinieri hanno scoperto che l’uomo aveva trasformato un capanonne in una vera e propria officina abusiva.
Un market di vendita di pezzi di auto rubate: all’interno dell’officina, infatti, non si riparavano auto, ma si smontavano veicoli rubati.
A scoprire il luogo sono stati i carabinieri che hanno scoperto il posto seguendo il segnale gps di una Fiat Panda rubata alcuni giorni prima in una trasversa di via Sparano, sempre a Bari.
Dopo aver localizzato il segnale, sono entrati all’interno del capannone.
Qui però non è stata trovata solo l’auto rubata, ma anche altre tre autovetture, sempre risultate rubate – una completamente smontata e le altre due in fase di smontaggio – un furgone rubato carico di materiale di ricambio nonché svariati pezzi di veicoli, tra sportelli, sedili, specchietti retrovisori già accatastati e pronti per essere rivenduti o rimontati su altre auto. Il 52enne incensurato è stato denunciato. Ora sono in corso gli accertamenti da parte dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile per risalire all’origine dei vari pezzi d’auto di cui il 52enne non è stato in grado di dimostrare la legittima provenienza.