Ceglie del Campo, scoperto un deposito di armi e droga

Arrestate tre persone e sequestrate armi da guerra, esplosivi e sostanze stupefacenti

Armi da guerra, esplosivi e sostanze stupefacenti, sono stati ritrovati a Ceglie del Campo, alla periferia di Bari, dagli uomini della Polizia di Stato. In manette finiscono tre persone, baresi e incensurati.

In un garage di uno dei tre uomini, è stato trovato e sequestrato un vero e proprio arsenale: ritrovate 5 pistole semiautomatiche di vario calibro e 5 a tamburo; 2 mitragliette Skorpion, una pistola mitragliatrice cal. 9 priva di matricola, oltre 700 munizioni di vario calibro, un fucile a canne mozze, vari esplosivi artigianali. Oltre a circa 45 chilogrammi di sostanza stupefacente, diversi bilancini di precisione e circa 12.000 euro in contanti.
Gli investigatori da giorni stavano realizzando servizio di monitoraggio in città, dopo aver avuto notizia dell’arrivo di un grosso quantitativo di sostanza stupefacente destinato alla distribuzione al dettaglio sulle piazze di spaccio della città e della provincia barese.

Il carico è stato intercettato a bordo un un pulmino che percorreva la Statale 16 bis all’altezza degli svincoli per Giovinazzo e Bitonto, in direzione Bari. I poliziotti hanno quindi seguito il mezzo fino alla sua destinazione finale, un complesso residenziale a Ceglie del Campo.

I poliziotti hanno proceduto alla perquisizione del mezzo dove è stata trovata la droga, poi dell’abitazione dove è stato trovato l’arsenale e e tutto il materiale utile al confezionamento delle sostanze stupefacenti.
Le indagini sono in corso per verificare il legame tra i tre uomini finiti in manette e uno dei clan operanti nel capoluogo pugliese.