Matera, ai domiciliari un 70 dopo aver minacciato la convivente con una spada giapponese

Con l’accusa di di maltrattamenti in famiglia, a Matera, la Polizia ha arrestato un uomo di 70 anni che, in più occasioni, ha minacciato la convivente, disabile, anche con una katana, una spada giapponese. L’uomo ora è ai domiciliari in un’altra abitazione.

La Polizia è intervenuta dopo la richiesta fatta dall’avvocato della donna, la quale ha raccontato di essere stata spinta dall’uomo, urtando contro un comodino, al termine di un litigio. In seguito la donna ha “raccontato di subire da quasi un anno” da parte del convivente “numerosi soprusi di natura fisica e psicologica che – è scritto in un comunicato diffuso dalla Questura – si verificavano sistematicamente nel momento in cui non accondiscendeva alle sue richieste, anche sessuali”.