Andria: sequestrati circa 2000 fuochi pirotecnici, denunciato esercente

Finanzieri della Compagnia di Andria, coordinati dal Gruppo di Barletta, hanno intensificato, in questi giorni che precedono la fine dell’anno, i controlli al fine di contrastare la detenzione e l’illecita vendita di materiale esplodente e giochi pirici pericolosi.

L’attività info investigativa svolta sul territorio della provincia, posta in essere anche attraverso mirati accertamenti di osservazione e perlustrazione, ha consentito di individuare un’attività commerciale nella città di Andria, al cui interno, abilmente celati, erano presenti prodotti pirotecnici rientranti nella categoria V (razzi, candele romane, batterie di petardi, batterie di tubi di lancio), illecitamente detenuti senza l’apposita licenza di polizia e l’autorizzazione prefettizia.

All’esito di tale attività sono stati sequestrati circa 2000 fuochi d’artifici e segnalato alla Procura delle Repubblica presso il Tribunale di Trani il titolare dell’esercizio commerciale per commercio abusivo e omessa denuncia di materie esplodenti.

La Guardia di Finanza, conferma la sua intensa attività a presidio del territorio, concorrendo così ad arginare l’increscioso fenomeno del commercio illegale di materiale esplodente in prossimità delle festività di fine anno.