Discariche abusive, carabinieri del Noe sequestrano 4,5 ettari nel Leccese

 

Sigilli su quasi 45mila metri quadrati nel Salento. I carabinieri del Noe di Lecce hanno posto sotto sequestro preventivo d’urgenza due aree, una a Corigliano d’Otranto e l’altra a Melpignano, perché utilizzate come discariche di rifiuti speciali non pericolosi provenienti da demolizioni (calcinacci, scarti di estrazione) e rifiuti solidi urbani (Rsu). Una delle due aree si trovava all’interno di una cava dismessa da cui si estraeva la pietra leccese, mentre l’altra veniva utilizzata, in passato, come discarica di Rsu e materiali industriali. Il rappresentante legale e il socio della ditta che aveva in uso l’area di Corigliano d’Otranto, nonché proprietari del terreno, sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di discarica abusiva. Indagini sono in corso per scoprire i responsabili dei danni ambientali nell’area di Melpignano