Basilicata. Focolai Covid in RSA, nuovi anziani trasferiti a Potenza

“Verso saturazione dei 39 posti disponibili per pazienti Covid provenienti dalle RSA. Ultimi arrivi da Melfi, Lavello e Lagonegrese. Si sta definendo la convenzione con Regione Basilicata e ASP, siamo pronti a proseguire il mutuo aiuto”. E’ quanto dichiara Rocco Maglietta, direttore sanitario del centro di riabilitazione Universo Salute ex I’Opera Don Uva di Potenza.
Si completa in queste ore l’arrivo dal Vulture-Melfese e dal Lagonegrese di nuovi pazienti delle RSA e case di riposo, a rischio o già positivi al Covid, presso il centro di riabilitazione Universo Salute ex Opera Don Uva di Potenza. Dal 6 ottobre scorso, accolte 35 persone molto anziane: 27 provenienti dalla struttura posta sotto sequestro a Marsicovetere ed 8 da Brienza, 31 delle quali tornate a casa.
Si tratta di un “mutuo aiuto” dal privato – ha detto il direttore sanitario, Rocco Maglietta – in sicurezza ed a pochi passi dall’Azienda Ospedaliera San Carlo.
Intanto, i sindacati di categoria chiedono tutela per il personale, alle prese con la difficile fase Covid, e restano in attesa che Regione Basilicata e Azienda Sanitaria Locale inquadrino l’ex Don Uva come struttura socio-sanitaria, allocando la quota del 15% di compartecipazione a carico dei pazienti gravi indigenti.
https://youtu.be/PxNsqKrOtyg