Bari: deruba passeggero addormentato su un bus e al suo risveglio lo minaccia, arrestato

Prima deruba un uomo su un autobus, poi tenta la fuga scendendo alla fermata più vicina. I carabinieri hanno arrestato un 50enne di Gravina in Puglia. 

Una siesta che gli è quasi costata 500 euro. Un cameriere si era assopito su un bus di linea come capita a tanti pendolari. Stavolta però non si è trattato di un sonno tranquillo. Il passeggero sarebbe stato derubato mentre viaggiava, addormentato, a bordo di un bus Fal sulla tratta Gravina in Puglia-Bari. A compiere il furto sarebbe stato un uomo che dopo essere stato scoperto, avrebbe aggredito e minacciato il passeggero prima di scendere dall’autobus alla fermata più vicina. Ad attenderlo, però, c’erano i carabinieri, che lo hanno inseguito e arrestato.

L’uomo, pluripregiudicato, è Nicola Buonamico, 50enne di Gravina. È accusato di aver sottratto il portafoglio al cameriere, un uomo di origini pakistane residente a Roma. Al risveglio, dopo essersi assopito, il cameriere ha ritrovato per terra il portafoglio, privo dei soldi, vicino al sedile occupato da Buonamico, Il cameriere lo ha implorato di restituirgli i 480 euro, invano. Anzi, ne sarebbe nata una colluttazione e il 50enne, dopo aver spintonato il passeggero derubato, è riuscito a fuggire appena il bus è giunto alla fermata a Modugno. La fuga è durata pochissimo: i carabinieri lo hanno subito individuato, dopo aver ricevuto segnalazione di disordini a bordo del mezzo. I militari hanno così bloccato Buonamico che, alla vista delle divise, ha anche provato a restituire il denaro e a fuggire. Niente da fare. I carabinieri lo hanno arrestato per la tentata rapina e hanno recuperato e restituito l’intera somma al cameriere.