Stalking, imprenditore di Foggia ai domiciliari dopo aver perseguitato e molestato l’ex compagna

Un imprenditore di 67 anni, di Foggia, è stato arrestato in flagranza di reato e posto ai domiciliari con l’accusa di stalking nei confronti dell’ex compagna. Il gip del tribunale dauno ha convalidato l’arresto confermando i domiciliari. Tutto è partito nei mesi scorsi quando la donna ha deciso di interrompere la relazione. Da allora – si apprende – l’uomo ha iniziato a molestarla con telefonate e messaggi. A giugno la vittima ha sporto denuncia ed il questore ha emesso nei confronti dell’uomo un primo provvedimento di ammonimento con divieto di avvicinamento. Ma martedì sera il 67enne è stato trovato nelle vicinanze dell’attività commerciale della donna. A quel punto è scattato l’arresto in flagranza di reato. L’uomo davanti ai gip di Foggia ha dichiarato di non aver mai molestato la donna e che era solito parcheggiare in quella zona della città perché libera dal pagamento del pedaggio. Una giustificazione che non ha convinto il giudice.