Cisternino (BR), blitz dei carabinieri in un hotel: catturato latitante

Si tratta di un 41enne di Fasano in fuga da circa tre mesi

“Pensavo che non mi avreste mai preso”. Ha detto così agli investigatori un 41enne di Fasano, latitante da circa 3 mesi, dopo essere stato catturato. Nelle scorse ore l’uomo è stato rintracciato dai carabinieri in un hotel e portato nel carcere di Brindisi. L’uomo, con precedenti per atti persecutori, porto abusivo di armi, spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, rapina e associazione di tipo mafioso, aveva fatto perdere le sue tracce l’11 luglio scorso quando, per sottrarsi a un provvedimento cautelare, era evaso da una clinica di Conversano, dove si trovava agli arresti domiciliari per reati di droga. La Corte d’appello di Lecce lo aveva quindi dichiarato latitante. Secondo quanto ricostruito, durante gli ultimi tre mesi l’uomo non avrebbe mai lasciato la provincia di Brindisi, spostandosi sempre per i paesi a lui familiari. Le indagini, svolte dai militari, hanno consentito di localizzarlo in un albergo di Cisternino, in piena Valle d’Itria, dove alloggiava da circa due giorni sotto falsa identità. I militari hanno circondato l’area e in seguito hanno fatto irruzione all’interno dell’edificio, bloccando il 41enne che anche stavolta ha tentato, invano, la fuga dalla finestra.