Gdf: sequestro preventivo da 3,8 milioni ad una società barese

La Guardia di Finanza di Bari ha eseguito un sequestro preventivo del valore di oltre 3,8 milioni di euro nei confronti di una società di Bari operante nel settore delle lavorazioni meccaniche, del suo titolare e di un’altra persona, indagati di omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali ai fini delle imposte dirette e dell’Iva.

Dalle indagini è emerso che la società, negli anni 2015 e 2016, sarebbe stata coinvolta in un complesso sistema fraudolento basato sull’emissione di fatture per operazioni inesistenti in favore di altre imprese, omettendo la presentazione della dichiarazione Iva per gli anni 2015 e 2016 e di quella Ires per l’anno 2015, con una conseguente evasione di imposte per un importo complessivo di 3.836.481,50 euro.

Il sequestro disposto dal Tribunale di Bari ha riguardato beni immobili e mobili, vari rapporti finanziari e un trust con sede a Rimini.