Stupro Marconia, concluso incidente probatorio

Udienza durata oltre 20 ore il 27 e 28 settembre. Le ragazze inglesi hanno confermato le accuse e riconosciuto tutti gli indagati.

Un’udienza durata in totale oltre venti ore, tra il 27 e il 28 settembre, e conclusa a tarda ora per raccogliere gli elementi di prova che saranno analizzati nel processo a carico di otto giovani accusati di aver violentato, il 6 settembre scorso, due adolescenti inglesi durante una festa a Marconia di Pisticci. Le ragazze, di 15 e 16 anni, sono state ascoltate separatamente dal Gip, Angelo Orati. Durante la prima giornata di udienza dedicata all’incidente probatorio la ragazza, che ha origini lucane, ha confermato le accuse a carico degli indagati e ha ricostruito le fasi della violenza subita. In aula erano presenti anche alcuni familiari della ragazza oltre all’interprete e all’avvocato Giuseppe Rago. L’adolescente ha riconosciuto tutti gli accusati, distinguendoli tra altri ragazzi. Tuttavia gli avvocati della difesa hanno contestato le modalità della ricognizione poiché, sostengono, le altre persone sarebbero state molto diverse dagli indagati. Nella seconda e ultima giornata, durante la quale è stata ascoltata l’altra ragazza, il Gip non ha disposto un secondo riconoscimento. Gli indagati al momento in regime di custodia cautelare in carcere sono Michele Masiello di 23 anni, Alberto Lopatriello di 22, Alessandro Zuccaro 21enne e il 19enne Giuseppe Gargano. Sono indagati a piede libero invece i due cantanti trap di pisticci Michele Leone ed Egidio Andriulli, entrambi di 22 anni, Rocco Lionetti di 21 anni e Michele Falotico di 20 anni.