Frasi blasfeme su chiesa in Salento. Identificati due quarantenni

Sono stati identificati i vandali che ad agosto scorso hanno imbrattato con scritte blasfeme in italiano, inglese e tedesco la chiesa del XVI secolo Santo Stefano a Montesardo, frazione di Alessano, nel Leccese. Non si tratta di adolescenti scapestrati, bensì di due turisti quarantenni: un uomo di 48 anni residente a Livorno e una 40enne di Berlino entrambi in vacanza in Salento. I due sono stati accusati di imbrattamento e deturpamento aggravato in concorso.

Infatti non avrebbe agito da soli. All’azione vandalica avrebbero preso parte altre tre persone in corso di identificazione. I vandali sono stati immortalati dalle telecamere di videosorveglianza di alcuni privati e riconosciuti da alcuni testimoni. Le frasi blasfeme sono state scritte utilizzando bombolette spray con vernice rossa e nera. Non è ancora stato reso noto il motivo del gesto, probabilmente si è trattato di una bravata.