Nel potentino denunciate due persone che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza

Due uomini, di 30 e 33 anni, entrambi di nazionalità marocchina, sono stati denunciati in stato di libertà alla magistratura dai Carabinieri, a Tito (Potenza), per aver indebitamente percepito il reddito di cittadinanza. I due, entrambi con precedenti di polizia, erano sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Dal marzo scorso, però, non avendolo comunicato all’Inps, hanno intascato indebitamente circa tremila euro. Dall’inizio dell’anno, i Carabinieri hanno denunciato in provincia di Potenza nove persone che hanno percepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto (in totale, sono stati sottratti alle casse dello Stato “almeno 26 mila euro). Le denunce sono state deciso a carico di persone che vivono a San Fele, Venosa, Vietri di Potenza e Avigliano.