Bari, picchiava genitori per i soldi: portato in carcere

Tossicodipendente con psicosi diagnosticata. Era ai domiciliari

 

Aggrediva e picchiava i genitori da tempo per estorcergli denaro che gli serviva per acquistare droga. La Polizia ha arrestato un 44enne barese, pregiudicato e tossicodipendente. Per l’uomo, che era già detenuto agli arresti domiciliari, il Tribunale di Bari ha disposto il carcere.

“La condotta estorsiva e violenta dell’uomo – spiegano gli investigatori – ha coinvolto tutta la sua famiglia con azioni minatorie e violente che hanno richiesto più volte l’intervento delle forze dell’ordine”. Secondo le indagini compiute, “se riceveva rifiuti alle continue richieste di denaro, i parenti venivano puntualmente aggrediti fino a ricorrere alle cure sanitarie”.

Il 44enne, celibe e disoccupato, da tempo affetto da patologia cronica psicotica e in carico ai servizi territoriali della Asl, anche a causa del concomitante abuso di sostanze stupefacenti, in alcune occasioni è stato sottoposto anche a trattamenti sanitari obbligatori nella Psichiatria del Policlinico di Bari.