Taranto, scoppia incendio in casa: coppia intrappolata nelle fiamme salvata dai carabinieri

I due sono stati portati al pronto soccorso dell’ospedale “SS. Annunziata”, dimessi poco dopo con 7 giorni di prognosi

 

 

Un incidente casalingo che poteva trasformarsi in tragedia. A Taranto marito e moglie sono rimasti intrappolati tra le fiamme in un incendio scoppiato in casa. L’incidente è avvenuto in una villetta in zona Lama. I militari giunti sul posto hanno subito notato un denso fumo nero uscire dalle finestre dell’abitazione, provocato da un grosso rogo divampato a piano terra. Il proprietario della villetta, un uomo di 62 anni, si aggirava sotto choc mentre la moglie 58enne era bloccata sul balconcino del primo piano. I Carabinieri sono riusciti a mettere subito in salvo il 62enne; poi sono saliti sul balconcino, con l’ausilio di una scala di fortuna. Mentre un carabiniere dava una mascherina chirurgica imbevuta di acqua alla donna al fine di ripararla il più possibile dal fumo cercando di tranquillizzarla, l’altro militare si dirigeva all’interno dell’abitazione dove, grazie agli estintori in dotazione all’auto di servizio, ha cercato di contenere le fiamme in attesa dell’arrivo dei Vigili del Fuoco.

 

Dopo poco sono arrivate sul posto anche altre pattuglie dei Carabinieri ed il personale dei Vigili del Fuoco, che è riuscito a spegnere l’incendio e far scendere la donna in tutta sicurezza. I militari sono stati accompagnati all’ospedale “Santissima Annunziata” per l’intossicazione dovuta al fumo respirato ed hanno avuto una prognosi di 7 giorni.