Barletta, tragedia sul raccordo per Andria: tre ragazzi in bici elettrica morti in scontro con camion

Rientravano da una nottata in giro tra amici, i tre ragazzi che hanno perso la vita all’alba, in un incidente con un furgone

 

Stavano rientrando a casa, in tre su una bici elettrica, lungo la statale 170, tra Andria e Barletta. Il furgone li ha travolti all’altezza di Canosa di Puglia. Due di loro, giovanissimi, sono morti sul colpo. Il terzo è deceduto in ospedale. Le prime due vittime dell’incidente sono un 19enne e un 17enne di Barletta. L’altro ragazzo, anche lui di soli 17 anni e della stessa città, è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Bonomo di Andria, ma non ce l’ha fatta. Secondo le ricostruzioni, l’impatto è avvenuto intorno alle 5 del mattino. I passeggeri a bordo del furgone stavano andando a lavorare. Il conducente, ferito, è stato portato in ospedale per accertamenti, mentre le due persone che viaggiavano con lui stanno aiutando i carabinieri a ricostruire la dinamica dell’incidente. Stando ad una prima ricostruzione, la bici elettrica proveniva dal centro di Barletta in direzione Andria. A quel tipo di mezzo non è consentito viaggiare su strade extraurbane come quella percorsa dai tre ragazzi. Forse, ritengono gli investigatori, stavano riaccompagnando a casa uno dei tre. Il furgone viaggiava nella stessa direzione di marcia. Il conducente non avrebbe visto la bicicletta elettrica, senza fari, con in sella i tre ragazzi.

 

Sull’incidente la Procura di Trani ha avviato un’indagine per omicidio stradale. Nelle prossime ore sarà disposta l’autopsia.