Giro di vendite on line di capi falsificati: a Scanzano jonico, due denunce

Due giovani di Scanzano Jonico (Matera), risultati “evasori totali”, sono stati denunciati alla magistratura dalla Guardia di Finanza, con l’accusa di commercio di prodotti con segni falsi, per aver venduto on line capi di abbigliamento con marchi famosi falsificati.

Il giro di vendite on line aveva permesso di “piazzare” la merce in diverse regioni italiane: i finanzieri hanno sequestrato i capi di abbigliamento a chi li aveva comprati, notificando “le previste sanzioni amministrative”.

Le indagini sono cominciate con una “attività di presidio sui profili e sulle pagine” di un social. Col sequestro degli smartphone dei due giovani è stata messa in luce la “consistente commercializzazione di capi contraffatti in progressiva crescita” che i due avevano avviato. La merce era esposta “su una nota piattaforma telematica” e i clienti venivano individuati “tramite gruppi di vendita attivi su applicazioni di messaggistica istantanea”.