Matera, da tempo picchiava la compagna: arrestato dalla Polizia

Sabato scorso è stato tratto in arresto un cittadino materano in flagranza di reato, per atti persecutori e lesioni personali, già noto  per aver commesso in passato reati rientranti nell’ambito della violenza domestica.

Atti persecutori e lesioni personali sono le accuse contro un uomo che è stato arrestato a Matera dalla Polizia dopo essere entrato nella casa dell’ex compagna e averla picchiata “con aggressività”, con “schiaffi e ripetuti calci”.

L’arresto dell’uomo, che in passato ha già commesso reati riferibili alla violenza domestica, è stato convalidato. Tutto è cominciato con una telefonata della donna che, mentre stava uscendo per andare al lavoro, si è ritrovata l’uomo in casa.

“Assalito da un forte sentimento di gelosia”, l’uomo l’ha colpita ripetutamente, prima di allontanarsi, quando la donna è riuscita a telefonare alla Polizia. Mentre alcuni agenti l’hanno accompagnata in ospedale, altri hanno bloccato l’aggressore, che era tornato nella casa della donna.

Nella denuncia, la donna ha precisato che “le percosse, le umiliazioni, le vessazioni sia fisiche sia psicologiche” continuavano dal 2012: nell’ultimo mese si erano trasformate in “un incubo”.