Foggia: Evasero dal carcere e rapinarono automobilisti, 15 arresti

In 72 fuggirono dal penitenziario foggiano durante la pandemia

Prima evasero dal carcere di Foggia lo scorso 9 marzo, poi sottrassero con violenza ad alcuni automobilisti le proprie vetture. 15 detenuti sono stati raggiunti da una misura cautelare in carcere eseguita da carabinieri e polizia su disposizione della magistratura Foggiana. Quella mattina, in piena emergenza coronavirus, durante le proteste scoppiate nel penitenziario, evasero 72 detenuti, alcuni dei quali rapinarono le auto agli automobilisti in transito e le utilizzarono per la fuga. Quasi tutti i fuggitivi nei giorni successivi all’evasione furono assicurati alla giustizia: alcuni si costituirono, altri, invece, furono catturati dalle forze di polizia. Attualmente tra i 72 detenuti manca all’appello solo Cristoforo Aghilar, 37enne, che nell’ottobre scorso uccise la mamma dell’ex fidanzata ad Orta Nova, nel Foggiano. Alcuni dei 15 evasi sono accusati di aver bloccato e minacciato un automobilista costringendolo a farsi consegnare il mezzo e, in altri casi, di aver obbligato i conducenti a farsi accompagnare in luoghi sicuri. Delle 15 misure cautelari per rapina pluriaggravata in concorso e tentata rapina aggravata, 14 sono state notificate in carcere.