Crac Tradeco, ai domiciliari i fratelli Columella

Saverio e Michele Columella, di 41 e 53 anni, di Altamura ( Ba) sono ai domiciliari con l’accusa di bancarotta e altri reati di natura finanziaria.

Finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria del Comando Provinciale di Bari hanno anche eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni per quasi 14 milioni di euro. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip Francesco Mattiace.

La Tradeco è stata dichiarata fallita il 10 ottobre 2018 fa dopo che il tribunale di Bari, accertata la presenza di 70 milioni di debiti, respinse la domanda di concordato preventivo in continuità depositata.

Dopo il crac della Tradeco e il sequestro da quattro milioni e mezzo di euro, si sono dunque nuovi sviluppi dell’inchiesta della Procura di Bari. In totale sono sette le persone indagate.

La società dell’ex patron del Matera Calcio, Saverio Columella, aveva anche vinto la gara di appalto di 100 milioni di euro per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nei centri di Matera, Bernalda, Ferrandina, Irsina e Tricarico.

Il servizio nel sub ambito 1, che non è ancora ufficilamente partito, è stato poi aggiudicato al secondo classificato,  il Consorzio Nazionale Servizi Società Cooperativa.