Bari, rapina ad anziano a Ceglie: arrestato 43enne Nicola Diacono

Particolarmente violente le modalità della rapina, con l’anziano afferrato per il collo e più volte spintonato fino a cadere a terra

 

E’ stato incastrato dalle telecamere ma anche dalle testimonianze raccolte dalla Polizia. Così è finito in manette un 43enne barese, arrestato dalla polizia con l’accusa di essere l’autore di una violenta rapina ai danni di un anziano avvenuta lo scorso 3 gennaio nel quartiere barese di Ceglie del Campo.

 

Vittima della rapina un uomo di 91 anni, appena uscito dall’ufficio postale dove aveva prelevato la somma di 1100 euro. Le indagini, avviate subito dopo il fatto dalla Sezione Falchi della Squadra mobile e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, hanno portato all’identificazione del 43enne Nicola Diacono, nonostante la vittima non fosse stata in grado, in sede di denuncia, di riconoscere il reo ma solo di fornire una sommaria descrizione.

 

Particolarmente violente – sottolineano gli investigatori – le modalità della rapina, con l’anziano afferrato per il collo e più volte spintonato fino a cadere a terra, fortunatamente senza gravi conseguenze. Gli investigatori, dopo aver acquisito le prime informazioni dalla denuncia della vittima e dai testimoni, hanno raccolto e visionato alcuni filmati delle telecamere di video sorveglianza collocate nella zona in cui è avvenuta la rapina. In tal modo sarebbero riusciti a ricostruire tutto il percorso che il 43enne avrebbe fatto prima e dopo il colpo, individuando anche l’auto con cui si sarebbe allontanato subito dopo il fatto. Non meno importante, nel corso delle indagini, è stata la collaborazione dei testimoni che hanno fornito dettagli fondamentali per l’identificazione del presunto autore.