Mascherine contraffatte. Maxi sequestro delle Fiamme Gialle a Potenza

Otto milioni di mascherine facciali protettive e altri dispositivi di protezione individuale riconducibili ad alcune società lucane con certificati contraffatti.

E’ il risultato cui ha portato una vasta operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza ed eseguita dal Nucleo Polizia Economico – Finanziaria della Guardia di Finanza del Capoluogo lucano, coaudiuvato dalla Direzione Antifrode e Controlli dell’Agenzia delle Dogane di Roma.

I dispositivi, tutti provenienti dall’estero, erano già pronti e in fase di carico sui furgoni di corrieri per essere distribuiti a farmacie e parafarmacie del territorio regionale e nazionale. Le indagini hanno, altresì, consentito di individuare anche un vicino centro stampa presso il quale venivano realizzati i bollini contraffatti. Tra alcune contraffazioni più evidenti riscontrate quella del marcio CE apposto sui termoscanner con anomalo distanziamento di caratteri CE che, in realtà, indicavano il marchio “China Exspress”.