Potenza, s’introduce in casa di suo padre e lo minaccia con un coltello: arrestato un uomo

Si tratta di un pluripregiudicato del luogo. Nel momento dell’arresto, la polizia è stata costretta a fare uso di spry al peperoncino per ammanettare l’uomo, che continuava a sferrare gomitate e calci agli agenti

 

Alle ore 02.10 del 19 maggio 2020, il personale della Polizia di Stato, dopo previa segnalazione, è intervenuto in via Ancona, a Potenza, dove un noto pregiudicato potentino, armato di coltello, minacciava di morte il padre, dopo essersi introdotto nella sua abitazione sfondando la porta d’ingresso.

Gli operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volanti sono intervenuti prontamente, riuscendo a bloccare e a disarmare l’uomo, che, in tale circostanza, ha cercato di divincolarsi sferrando gomitate e calci agli agenti, costringendoli così a ricorrere ad uno spry “capsicum” al peperoncino, in regolare dotazione individuale, per arrestarlo.