Roghi tra Andria e Barletta, il sindaco Cannito: “Sospetto che dietro ci sia la malavita”

In fiamme un vivaio sequestrato, ma è solo l’ultimo di una serie di casi negli ultimi giorni

Continuano i roghi sospetti nelle campagne tra Andria e Barletta, dove è andato in fiamme un vivaio sequestrato. 

Un altro rogo nelle campagne, dopo quello di pochi giorni fa nel bel mezzo di un uliveto. Stavolta ad andare in fiamme nel territorio tra Andria e Barletta è stato un vivaio sequestrato, in piena notte. Fumo e odori hanno invaso la periferia di Barletta, e per questo il sindaco Cannito è stato uno dei primi a giungere sul luogo dell’incendio.

Per Cannito questo susseguirsi di roghi adombra più di qualche sospetto sulla matrice degli incendi.