Metaponto (MT). Trovato morto nel fiume il piccolo Diego: aveva 3 anni

È stato trovato senza vita, nel fiume Bradano, a poche centinaia di metri da casa, il piccolo Diego Sgambato, di tre anni, di cui si erano perse le tracce venerdi mattina. 24 ore di ricerche quasi senza sosta, con la speranza di ritrovare il piccolino che si era allontanato all’improvviso mentre giocava davanti casa, forse seguendo di corsa il suo cane, dall’altra parte della stretta strada rurale che attraversa contrada Marinella a Metaponto, verso le sterpaglie e poi verso il fiume. Un fiume che, come un ulteriore brutto scherzo del destino, aveva caricato acqua a causa del maltempo degli ultimi giorni e che, almeno questo, non ha trasportato il corpo del bambino verso il mar Jonio e poi chissà dove. Chi lo conosceva ricorda Diego come un bambino attivo, vivace, sorridente. Hanno cercato fino all’ultimo i soccorritori, le forze dell’ordine e i volontari, tantissimi. Ed hanno sperato fino alla fine i genitori del piccolo, una speranza dirompente come tutta la forza dell’amore tradotta nel disperato grido della mamma amplificato dagli altoparlanti della polizia municipale, la scorsa notte. Stamattina solo i singhiozzi risuonavano nell’aperta campagna sotto lo sguardo muto di polizia, carabinieri, vigili del fuoco e di tutti i volontari. Ha sperato e atteso tutta la Basilicata; ed ha sperato e atteso la grande famiglia ‘’della terra’’, dei campi, di cui i genitori di Diego fanno parte.