Droga, tra Molfetta e Terlizzi, due le donne arrestate per spaccio

I controlli, intensificati di questi giorni da parte delle forze dell’ordine per il contenimento della diffusione del Covid-19, non spaventano i malviventi. Due le donne arrestate nei giorni scorsi, in due diverse circostanze, dai carabinieri della Compagnia di Molfetta, accusate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

A Terlizzi, i militari hanno fermato e controllato un’auto con a bordo un uomo e una donna, provenienti da Bisceglie. La coppia ha subito destato sospetti e dopo un’attenta ispezione, i carabinieri hanno scoperto che la donna nascondeva oltre 50 grammi di eroina. E’ stata quindi arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della competente Autorità giudiziaria, è stata sottoposta agli arresti domiciliari , mentre per l’uomo è scattata una denuncia in stato di libertà.

 

Anche a Molfetta una 28nne è stata arrestata per lo stesso motivo. La giovane donna, pensando di eludere i controlli serrati di questi giorni, aveva dislocato la propria attività illecita nelle immediate vicinanze della propria abitazione. I militari hanno così notato i suoi movimenti sospetti ed hanno quindi proceduto ad una perquisizione personale e domiciliare, rinvenendo una dose di marijuana e nell’abitazione, nascosta nell’armadio della camera da letto, una busta con 48 dosi di marjuana per un peso totale di 76 grammi, mentre all’interno di un elettrodomestico la somma di euro 1.800 euro, ritenuta il provento dell’illecita attività di spaccio. Anche la giovane molfettese è stata quindi sottoposta agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.  Per entrambe le pusher è scattata anche la denuncia per la violazione dell’art. 650 del Codice penale. proprio per la violazione del decreto “anti-covid”.