Criminalità nel foggiano: dopo i rinforzi del Viminale, a Febbraio calano del 41 per cento rapine ed estorsioni

Nel mese di febbraio in provincia di Foggia si è registrato un calo del 41% di estorsioni e rapine

Ne dà notizia la Questura evidenziando che i risultati si registrano dopo l’arrivo dei rinforzi inviati dal Ministero dell’Interno per contrastare l’escalation criminale registrata all’inizio dell’anno, con una dozzina di attentati ai danni di imprenditori e commercianti foggiani, e un omicidio.

Nel complesso, si è registrato un andamento in flessione della delittuosità: da 2.076 reati verificatisi a febbraio dell’anno scorso, si è passati a quota 1.329, registrando una riduzione del 36%. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le estorsioni sono scese da 12 a 7, mentre le rapine da 24 a 14. Netto calo anche per i furti, fermi a quota 647 rispetto ai 1.060 dell’anno scorso, e i danneggiamenti che sono diminuiti da 183 al 139. Le persone arrestate nel mese di febbraio sono state 37, tra cui 3 per estorsione aggravata dal metodo mafioso; quelle denunciate sono 97.