Coronavirus: il sindaco di Francavilla in Sinni chiude un negozio cinese “per precauzione”

Il sindaco di Francavilla in Sinni, Romano Cupparo, ha ritenuto opportuno emettere ordinanza di chiusura temporanea di un negozio cinese e successiva ordinanza di obbligo di dimora del titolare, tornato dalla Cina lo scorso 8 febbraio, tra l’altro non con volo diretto ma facendo scalo a Bruxelles.

La decisione, assunta dopo un colloquio e un confronto telefonico con lo stesso cittadino, è stata presa perché l’uomo era stato sottoposto solo a controllo della temperatura e i 14 giorni previsti per l’incubazione non erano ancora passati. Un atto di prevenzione, dunque, in stretta collaborazione con l’Azienda sanitaria.