Polignano, sequestrata discarica abusiva. Trovati anche cartelle sanitarie dell’ASL Bari

E’ stata conclusa una grossa operazione dalle Fiamme Gialle a Monopoli dove è stata posta a sequestro una discarica abusiva, nella quale, sono state ritrovate decine di tonnellate di rifiuti. Tra i quali. Anche diverse cartelle sanitarie della ASL Bari.

L’area, che si estende per oltre 16 mila mq, si trova a Monopoli ed è stata sottoposta a controllo nell’ambito delle  “Azioni di monitoraggio dei siti inquinati nel territorio della Regione Puglia”, svolta proprio dalla Guardia di Finanza al fine di assicurare il miglioramento dell’efficacia complessiva dell’azione di contrasto agli illeciti ambientali, anche sotto il profilo fiscale.

La discarica è stata ritrovata nei pressi di tre fabbricati abbandonati, progettati inizialmente come nuovo mercato ortofrutticolo, ma abbandonati ormai da diversi decenni. Tra i cumuli di rifiuti, plastiche, oli esausti, pneumatici fuori uso, ma anche faldoni di documentazione sanitaria, risalente nel tempo, dell’ASL Bari contenente dati “sensibili”. Documentazione che è stata opportunamente sequestrata.

La discarica abusiva scoperta dai finanzieri di Monopoli  non solo è risultata particolarmente pericolosa per l’ambiente, poiché il materiale rinvenuto è suscettibile di contaminare il terreno ed inquinare l’aria in caso di incendio, ma ha determinato anche rilevanti ricadute in termini di evasione della  “ecotassa”.

Si tratta di un tributo speciale previsto per il deposito in discarica di rifiuti solidi che si applica anche a chiunque esercita illecitamente l’attività di discarica abusiva