Coronavirus, scongiurato caso sospetto a Potenza

Ha creato preoccupazione per diverse ore un presunto caso di Coronavirus a Potenza. È stata infatti accertata l’influenza di tipo B su un ragazzino di nazionalità cinese, ricoverato e sottoposto ad accertamenti presso l’azienda ospedaliera San Carlo del capoluogo lucano.

La notizia è stata confermata da fonti interne al nosocomio, nonostante l’assenza di una voce ufficiale. Insieme alla madre, il piccolo si era recato nelle scorse ore presso la struttura sanitaria a seguito di sintomi influenzali che sono emersi al rientro da un viaggio nel Paese d’origine, focolaio del virus divenuta emergenza globale e con due casi già accertati in Italia. Immediata la diagnosi con incubazione dei medici all’interno del dipartimento di malattie infettive per valutare l’eventuale esposizione. L’esito ha così scongiurato il pericolo da Coronavirus.

Lunedì scorso nel dipartimento Politiche della persona della Regione Basilicata si è tenuto un incontro, presieduto dal direttore generale Ernesto Esposito, per discutere della gestione di eventuali criticità. Istituita l’apposita task force regionale con il compito di definire le procedure per garantire l’assistenza di eventuali casi conclamati e di tutte le misure di prevenzione finalizzate a tutelare la salute dei cittadini e degli utenti che afferiscono ai presidi ospedalieri. Di massima attenzione e cautela ha parlato l’assessore alla Sanità, Rocco Leone.