Morte tifoso. Interrogatori in tribunale, calcio lucana valuta lo stop

Si sono svolti al Tribunale di Potenza gli interrogatori di garanzia delle 26 persone arrestate nell’ambito delle indagini sulla morte del tifoso della Vultur Rionero, Fabio Tucciariello, avvenuta domenica scorsa a Vaglio di Basilicata. Venticinque sono tifosi vulturini, mentre il sostenitore del Melfi, Salvatore Laspagnoletta, è accusato di omicidio volontario per aver investito in auto Tucciariello. Gli interrogatori sono stati affidati a tre gip, attesa la convalida delle misure cautelari.

Intanto, in Prefettura, seconda riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato da Annunziato Vardé insieme alle società coinvolte, Vultur Rionero e Melfi, oltre a quelle più seguite sul territorio, il Lavello – sempre di Eccellenza – Potenza e Az Picerno di Serie C. Manca solo l’ufficialità, chiesta al Comitato regionale della Basilicata della Lega nazionale Dilettanti una “pausa di riflessione” per domenica 26 gennaio, prevedendo l’interruzione di tutti i campionati lucani di calcio. Inoltre, rimarcata la condanna su quanto accaduto e sull’atteggiamento di possibili facinorosi all’interno degli stadi. Tutte le società si sono dichiarate disponibili a segnalare preventivamente soggetti a rischio.