Casamassima, badante arrestata: sottraeva gioielli ad anziane

Ha sottratto gioielli ad un’anziana per un valore complessivo di 150mila euro per poi rivenderli ai “Compro Oro”, per questo una badante 50enne di Casamassima è stata arrestata dai Carabinieri. La donna, che assisteva la 91enne nella sua abitazione, è accusata di furto aggravato in abitazione e ricettazione. Secondo quanto accertato dai militari, la badante, approfittando della libertà di movimento di cui godeva all’interno dell’abitazione dell’anziana, aveva trovato la chiave della cassaforte in cui l’anziana aveva riposto i gioielli. Le indagini sono state avviate in seguito alla denuncia contro ignoti presentata dalla figlia dell’anziana a novembre scorso. I militari hanno accertato che la badante, nel periodo in cui lavorava per la 91enne, era andata più volte in due ‘Compro oro’ del centro di Casamassima per vendere i gioielli rubati, fingendo che fossero suoi e fornendo a garanzia le proprie generalità. Proprio alcuni preziosi non ancora venduti e ancora nei negozi sono stati riconosciuti dalla vittima. Nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura di Bari, i carabinieri hanno perquisito l’abitazione della badante in cui hanno trovato parte dei monili sottratti, non ancora venduti, tutti riconosciuti dalla vittima come propri. Il Gip del Tribunale di Bari ha quindi emesso un’ordinanza custodia cautelare ai domiciliari per la 50enne.