Dalla BAT a Venosa per rubare rame. Arrestato dai Carabinieri dopo un inseguimento

I Carabinieri di Venosa, hanno arrestato in flagranza un 55enne della provincia di Barletta-Andria-Trani, ritenuto responsabile di furto e danneggiamento aggravato in concorso.

Durante un servizio di controllo del territorio sabato scorso, lungo la Strada Provinciale 109 in località “Piano Regio”, i militari hanno incrociato un’autovettura sospetta, con a bordo due soggetti, il cui conducente, alla vista dei militari, si è dato alla fuga a forte velocità.

Dopo un breve inseguimento l’auto ha arrestato la sua corsa ed uno dei due occupanti si è dato alla fuga, mentre l’autista è stato bloccato.

Nel corso della perquisizione dell’automezzo sono stati trovati 300 chilogrammi di matasse di rame, rubate poco prima all’interno di un impianto di depurazione pubblica del servizio idrico e fognario in località “Fiumara” del Comune di Venosa.

Nello stesso impianto, inoltre, i militari hanno poi accertato il danneggiamento di due trasformatori di alta tensione.
L’intera refurtiva, del valore di circa mille euro, è stata restituita all’Acquedotto Lucano  mentre il veicolo utilizzato dai malviventi è stato sottoposto a sequestro, l’uomo fermato è stato tratto in arresto.