Ostuni, commerciante perde la vita dopo un violento litigio

Ha perso la vita al culmine di una furiosa lite, il 45enne Giuseppe Maldarella, commerciante di Ostuni, deceduto in ospedale, intorno alle 23 di ieri sera, a causa delle numerose ferite riportate durante un accoltellamento. Dalle prime ricostruzioni degli inquirenti sembrerebbe che l’uomo sia stato aggredito, mentre era in strada in compagnia della moglie, anche lei rimasta lievemente ferita. Un litigio scoppiato tra il commerciante, il consuocero Germano Moro e altre persone, sotto l’abitazione del figlio di Germano, Lorenzo, al momento indagato per omicidio e per questo in carcere.

La vittima, dopo l’agguato avvenuto all’incrocio fra via Fogazzaro e via Cavalieri di Vittorio Veneto, è riuscito ad arrivare alla propria auto, per tentare di raggiungere il pronto soccorso. In quel momento, in quella zona è passata un’ambulanza che trasportava un’altra persona, e che si è fermasta per prestare soccorso. Il 45enne però è morto appena giunto in nel nosocomio di Ostuni, nonostante i disperati tentativi di soccorso operati dai medici. Subito dopo l’accoltellamento, l’area è stata transennata e presidiata dalla forze dell’ordine per consentire alla Polizia scientifica di procedere con i rilievi del caso.

La procura di Brindisi ha disposto un esame esterno del cadavere, mentre sull’episodio continuano ad indagare gli agenti della Squadra mobile di Brindisi che stanno tentando di ricostruire l’intera vicenda, per capire il ruolo svolto dal padre e dal figlio nel litigio con la vittima, titolare di una caffetteria in piazza Matteotti.