Dolina del Pulo di Molfetta, il Sindaco Minervini: “Un patrimonio culturale da turelare”

Si tratta di un vero e proprio patrimonio culturale, adesso però, abbandonato a se stesso. Oltre la parte legate ai reperti storici, include anche una grande varietà di flora, una bellezza paesaggistica unica in una natura quasi incontaminata. É la dolina del Pulo di Molfetta che, dopo un lavoro di recupero e rispolvero, potrebbe diventare un nuovo punto di interesse per cittadini e ma soprattutto per i turisti. La situazione è stata presa in mano dal primo cittadino di Molfetta, Tommaso Minervini, che insieme a un team di tecnici ed esperti, dopo un sopralluogo, ha spiegato tempi e modalità di intervento sul sito. Indicazioni interessanti sono arrivate anche dall’Ingegnere Enzo Balducci, il quale collaborerà con l’Ufficio Tecnico responsabile del procedimento relativo alla ristrutturazione del Pulo. Il progetto prevede due fasi: nella prima andrà effettuata una nuova analisi delle varie specie vegetali presenti per prendere coscienza di quelle da tutelare. In tal modo si procederà con la pulizia generale degli ambienti con tagli e potature per contrastare la brulicante vegetazione che si è accumulata e infoltita in questi anni. Solo in un secondo momento potrà avere inizio il vero e proprio intervento di messa in sicurezza della struttura.