Manduria. Si barrica in casa, minaccia un vicino con la motosega e la Polizia con un fucile da sub

La Polizia di Stato ha denunciato un 57enne pluripregiudicato, residente a Manduria nel tarantino, per danneggiamento, minacce e resistenza a pubblico ufficiale, ubriachezza preordinata a commettere reati, nonché per la violazione delle prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria in quanto sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali con l’obbligo di permanenza in casa dalle ore 21.00 alle ore 6.00.

Gli agenti della Polizia sono intervenuti in seguito alla segnalazione di un 75enne che ha denunciato il tentativo di aggressione subita immotivatamente, da parte di un suo vicino di casa che aveva tentato di colpirlo con la lama di una motosega.

I poliziotti giunti sul posto oltre ad accertare l’identità dell’aggressore – già noto alle Forze dell’Ordine per reati in materia di sostanze stupefacenti, armi, reati contro la persona, guida in stato di ebbrezza e inosservanza ai provvedimenti dell’Autorità – si sono accorti che nel frattempo barricatosi in casa, stava minacciando i passanti dal balcone al primo piano dell’abitazione, lanciando pietre e vasi.

L’uomo si è ulteriormente agitato alla vista delle forze dell’ordine, contro le quali – brandendo un fucile da sub – ha risposto con minacce di morte, lanci di pietre e vasi da giardino. Grazie all’ausilio dei vigili del fuoco gli agenti sono però riusciti ad entrare in casa e a immobilizzare l’uomo che è stato sedato dai sanitari e trasferito nel reparto di psichiatria dell’ospedale Moscati di Taranto.