Bari, quattro arresti per 13 rapine al Libertà e al San Paolo

Sequestrata una pistola a salve modificata per sparare proiettili veri
Dodici rapine riuscite, e una fallita, in sette mesi contro supermercati e distributori di benzina al Libertà e al San Paolo. Un curriculum di tutto rispetto per i quattro arrestati dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari per rapina aggravata, tentata rapina aggravata, porto continuato di arma da fuoco clandestina, ricettazione e furto aggravato in concorso. Rapine nel corso delle quali la banda non esitava a puntare contro le vittime le armi, tra cui una pistola calibro 8 con canna modificata, utilizzata in più rapine, una giocattolo, in metallo, priva di tappo rosso, e una mazza di ferro. Che hanno fruttato un bottino complessivo di 12.800 euro. Fondamentale l’apporto delle immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno permesso una facile identificazione dei soggetti, che non risultano comunque pregiudicati per reati legati all’associazione mafiosa. Per gli investigatori i quattro sarebbero la punta dell’iceberg di un gruppo più vasto.