Tragedia Barcellona. La testimonianza di un turista lucano

Lo sgomento e il dolore per quanto visto con i propri occhi ad alcune centinaia di metri. Tra gli italiani protagonisti indiretti della tragedia che ha colpito Barcellona anche Pierangelo Gioino, giovane originario di Potenza all’ultimo giorno di vacanza con gli amici nella città catalana. Al momento dell’accaduto si trovava all’interno dell’Hard Rock Cafe, luogo notoriamente affollato di turisti situato proprio all’angolo tra Plaza Catalunya e La Rambla, dove il furgone incriminato ha spazzato via decine di persone quasi fossero pedine.

Pochi minuti prima, la comitiva lucana si trovava a proprio lì nel passeggio. “Avevamo appena ordinato da mangiare – ha dichiarato via telefono – quando siamo stati raggiunti da gente nel panico. Una ragazza ferita ad un piede è stata curata dallo staff del locale”. Per un paio d’ore, Pierangelo e tutti gli ospiti del ristorante hanno assistito inermi a quanto accadeva all’esterno, senza poter comunicare e con le autorità impegnate nelle operazioni di soccorso. Infine, il ritorno alla libertà, mentre tutt’intorno lo scenario appariva surreale. “Una esperienza indimenticabile nonostante questa assurdità” è stato l’ultimo commento, con un filo di voce e l’unico pensiero di tornare presto a casa.