Potenza: due a giudizio con accusa diffusione legionella, assolti.

Tribunale PotenzaPotenza – Il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Potenza ha assolto, con sentenza di non luogo a procedere, due ingegneri – Giuseppe Lisi e Canio Sileo, uno dirigente del Comune di Potenza, l’altro ex funzionario dello stesso ente – dall’accusa di aver determinato, per loro colpa, la diffusione del batterio della “legionella” nel Palazzo di giustizia del capoluogo. Lo ha reso noto l’avvocato Savino Murro, difensore dei due imputati. Il procedimento era partito dalla denuncia di un impiegato: un microbiologo e un virologo, nominati come periti dal giudice, hanno escluso un nesso causale tra l’avaria di un condizionatore di aria, “immediatamente riparata”, e la patologia che aveva interessato l’impiegato oltre due anni dopo. E’ stata esclusa anche “l’insorgenza di un’epidemia per l’assenza delle condizioni minime per catalogare un simile evento”.