Denise Pipitone, ad ore l’ufficializzazione su esami Dna

DENISE PIPITONEQualcuno più di altri attende con ansia l’ufficialità degli esami. Ma qualcosa già pare essere trapelato sugli esiti della prova del DNA. Uno scherzo, per quanto di cattivo gusto, ideato da una quasi coetanea di Denise.

I Carabinieri, ben prima di rilevare con un tampone sulla ragazzina undicenne di Tito (PZ) il DNA da comparare con quello della scomparsa Denise Pipitone (che oggi di anni ne avrebbe 15) avevano avuto il sentore che si fosse trattato di una bufala o meglio di uno scherzo, come subito ammesso dalla bambina lucana alla loro vista.

La piccola del potentino aveva soffiato sulla fiammella della speranza ancora accesa in Piera Maggio, la mamma di Denise che la cerca dal 2004, quando scomparve da Mazara del Vallo. “Sono io mamma”, il messaggio scritto su Facebook all’indirizzo di Piera, credibile proprio per il cognome del mittente, lo stesso di una famiglia ROM sfiorata dalle indagini nell’immediatezza della scomparsa della piccola.

Più che una notizia da liquidare in poche righe, una “storia giornalistica” buona per rinvigorire gli ascolti dei salotti televisivi del pomeriggio nazional popolare. E proprio da uno di questi che arriva “la notizia”, quello di Barbara D’Urso. L’indiscrezione sugli esiti della prova del DNA arriva dalla sua trasmissione: la bambina non sarebbe Denise. Capitolo chiuso? Per Piera Maggio, che continua incessante la sua ricerca sicuramente no.