La Polizia ha sventato un attentato dinamitardo a Taranto

Ordigno esplosivo TarantoLa scorsa notte agenti della Squadra Mobile della città dei due mari hanno tratto in arresto Daniele Angelini (24 anni) per detenzione e porto di materiale esplosivo.

In particolare, i poliziotti, mentre transitavano in via Maturi, hanno notato aggirarsi con fare circospetto il giovane con in mano una busta in cellophane di colore bianco.
Seguito a distanza, sono intervenuti quando  dopo essersi chinato ha estratto dalla busta “un oggetto di forma cilindrica munito di una lunga miccia”.

Accortosi degli agenti si è dato alla fuga verso via Dante. Dopo un inseguimento è stato bloccato proprio mentre tentava di disfarsi della busta. Sul posto, sono intervenuti anche gli artificieri i quali hanno accertato la natura dell’oggetto: un ordigno esplosivo artigianale, di medio potenziale, costituito da un barattolo in vetro contenente materiale esplosivo del peso di circa 500 gr, munito di una miccia pirotecnica.

Sono in corso ulteriori indagini volte a fare luce sull’episodio ma intanto il presunto attentatore è stato associato alla casa circondariale.