Rinviato a giudizio l’uomo accusato di abusi su minorenni nel potentino

Ingresso del Tribunale di Potenza

Ingresso del Tribunale di Potenza

Un uomo della provincia di Potenza, di 41 anni, è stato rinviato a giudizio, con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di due minorenni: la prima udienza si svolgerà il 18 gennaio 2016.

L’uomo è imputato per due episodi distinti, avvenuti, il primo in una comunità, e il secondo in ospedale durante il ricovero di uno dei due minori. Nel 2010 i due minori erano ospitati in una comunità del Potentino, e in questo primo caso l’uomo avrebbe palpeggiato uno dei due bambini.

Per questo motivo è stata rinviata a giudizio anche la madre dei minorenni, per non essere intervenuta a impedire la violenza. Gli abusi sarebbero stati scoperti da un’educatrice della struttura, che ha letto alcuni sms sul cellulare del bambino. I messaggi hanno permesso l’inizio delle indagini, durante le quali sarebbe emerso il secondo episodio, che si è invece svolto nel reparto di pediatria dell’Ospedale San Carlo di Potenza, dove l’altro minore era ricoverato: l’uomo – che non ha rapporti lavorativi con lo stesso ospedale – anche in questo caso ha abusato del piccolo, palpeggiandolo, mentre era a letto e con una flebo attaccata al braccio. (ANSA).